Home » Migliori broker per trading sulle azioni
Scritto da Emmanuel Ifeanyi
Emmanuel Ifeanyi Ekwomadu è uno scrittore di contenuti finanziari specializzato in trading di Forex, Azioni e Criptovalute. È la persona dietro la maggior parte delle recensioni dei broker che troverete su BestBrokers.com.
, | Tradotto da Luca Mele
Luca Mele è un traduttore professionista specializzato in vari argomenti, tra cui investimenti e trading con diversi strumenti come forex, azioni, criptovalute e materie prime.
, | Aggiornato: Maggio 20, 2024

Sei pronto a investire in azioni, ma non sai da dove cominciare? Sei nel posto giusto. BestBrokers.com ti propone una lista dei migliori broker online con i quali puoi fare trading su azioni. Non è mai esistito un momento migliore per entrare sul mercato azionario. I costi del trading hanno raggiunto i minimi storici, mentre la qualità del servizio è aumentata a causa della concorrenza spietata del settore.

Negli ultimi anni sono comparsi molti nuovi broker online, grazie alla continua crescita della domanda. Anche se avere tante opzioni a disposizione risulta essere un vantaggio, l’enorme numero di broker su azioni presenti nel web rende difficile per gli investitori trovare quello giusto. Il nostro team può aiutarti proprio in questo.

Stocks

BestBrokers.com è stato fondato con uno scopo ben preciso: fornire ai trader recensioni complete sui broker online. Ricerchiamo, valutiamo, confrontiamo e classifichiamo i broker su azioni per consentire ai nostri lettori di prendere una decisione facilmente. Siamo una piattaforma indipendente che fornisce classifiche e informazioni imparziali sui siti di trading in cui è possibile investire in azioni.

Migliori broker su azioni

  1. MINIMO ACCOUNT
    100 $
    NUMERO DI AZIONI
    Oltre 620
    TIPO DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI
    DD/Market Maker
    MODI PER FARE TRADING SU AZIONI
    CFD, ETF
    TARIFFE E COMMISSIONI
    Nessuna commissione, AvaTrade guadagna dagli spread, a partire da 0,13% per la maggior parte delle azioni
    LICENZA
    FCA (Regno Unito), FSA (Giappone), CySEC (SEE), FSCA (Sud Africa), CBI (Irlanda), ASIC (Australia), FRSA (Abu Dhabi), ISA (Israele), FSC (Isole Vergini Britanniche)
    I CFD sono strumenti complessi e comportano un rischio elevato di perdere rapidamente denaro a causa della leva finanziaria. Il 71% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading su CFD con questo fornitore. Devi valutare se hai capito come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre l'alto rischio di perdere il tuo denaro.

    Fondato nel 2006, AvaTrade è un broker regolamentato a livello globale con una forte presenza sui principali mercati finanziari come Regno Unito, Australia e Unione Europea. Il sito di trading conta oltre 300.000 clienti soddisfatti, i quali possono fare trading su una varietà di asset con spread competitivi e senza commissioni.

    AvaTrade non applica commissioni sulle azioni perché genera profitti grazie agli spread incorporati nelle transazioni. Il trading di azioni è conveniente in quanto gli spread sono generalmente bassi rispetto a quelli di alcuni broker concorrenti. I trader di azioni hanno a disposizione una discreta scelta, in quanto possono fare trading su azioni di oltre 620 società maggiori e minori.

    Il broker offre ai suoi clienti l’accesso alle azioni su alcuni dei maggiori exchange mondiali, tra cui FTSE, NYSE e Tech 100 statunitense. La maggior parte delle azioni disponibili sono di società statunitensi, ma anche canadesi, britanniche e tedesche. I clienti possono guadagnare anche dalle più piccole fluttuazioni di prezzo sui mercati azionari grazie ai contratti per differenza (CFD).

    AvaTrade offre la flessibilità di trarre profitto sia dall’aumento che dal calo dei prezzi delle azioni. Puoi ottenere una maggiore esposizione al mercato azionario sfruttando la leva finanziaria delle tue posizioni in derivati con un rapporto massimo di 5:1. La dimensione minima degli operazioni di trading su azioni è di solo 0,1.

  2. 2. XM
    MINIMO ACCOUNT
    5 $ per account standard, micro e zero
    NUMERO DI AZIONI
    Circa 1.300 azioni
    TIPO DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI
    Modello market maker
    MODI PER FARE TRADING SU AZIONI
    CFD, azioni sottostanti tramite account shares
    TARIFFE E COMMISSIONI
    Nessuna commissione sugli account standard e micro, gli spread variano a seconda delle azioni.
    LICENZA
    IFSC (Belize), CySEC (SEE), ASIC (Australia)
    I CFD sono strumenti complessi e comportano un rischio elevato di perdere rapidamente denaro a causa della leva finanziaria. Il 75,59% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando fa trading su CFD con questo fornitore. Devi valutare se hai capito come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre l'alto rischio di perdere il tuo denaro.

    XM è un broker online riconosciuto a livello mondiale che opera da oltre dodici anni. Fondato nel 2009, XM ha ampliato con successo la propria attività sin dal suo lancio, raggiungendo attualmente circa 5 milioni di clienti da più di 190 giurisdizioni.

    Il rinomato broker offre un’ampia gamma di strumenti di trading, tra cui oltre 1.300 azioni. I trader possono speculare sulle tendenze al rialzo e al ribasso dei prezzi attraverso i contratti per differenza senza possedere le azioni sottostanti. Il portafoglio di CFD azionari di XM comprende aziende di circa 18 paesi, tra cui Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Germania e Russia.

    Hai la possibilità di aprire contratti a leva per le azioni delle più grandi aziende del mondo in termini di capitalizzazione di mercato. Alcuni esempi sono BP, Alibaba, Facebook, Google e Coca-Cola. I clienti al dettaglio in UE e Australia che operano con margine possono aumentare la loro esposizione utilizzando una leva massima di 5:1 per le azioni.

    Il trading con CFD non è l’unico modo per operare sul mercato azionario tramite XM. I clienti con account shares hanno accesso alle azioni vere e proprie, fatto che significa che possono acquistare o vendere azioni di società statunitensi, britanniche o tedesche. Tutte le azioni statunitensi prevedono commissioni di 0,04 $ per azione (minimo 1 $ per singola transazione). Le commissioni per le azioni tedesche e britanniche sono dello 0,10% per azione. Questa classe di strumenti non è disponibile per i clienti di alcune giurisdizioni.

  3. DEPOSITO MINIMO
    $200, applicabile a tutti i conti (Standard, Raw Spread e cTrader)
    NUMERO DI AZIONI
    Più di 1.600 CFD su azioni a grande capitalizzazione
    TIPO DI ESECUZIONE ORDINI
    Modello di pricing ECN
    MODI PER FARE TRADING SU AZIONI
    CFD su azioni, CFD su indici azionari
    COMMISSIONI E COSTI
    Nessuna commissione sui conti standard, il broker utilizza invece un markup sullo spread
    AUTORIZZATO DA
    FSA (Seychelles), CySEC (EEA), ASIC (Australia), SC (Bahamas)
    Avviso di Rischio: I CFD sono strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74,32% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo fornitore. Dovreste considerare se comprendete come funzionano i CFD e se potete permettervi di prendere l'alto rischio di perdere il vostro denaro.

    Conosciuto per la sua integrità e correttezza, IC Markets è un broker online con sede a Sydney specializzato in derivati finanziari desponibile anche in Italia. L’azienda ispira fiducia nei suoi clienti in quanto detiene licenze dalle autorità finanziarie di Australia, Seychelles, Cipro e Bahamas. IC Markets offre CFD su una vasta gamma di classi di attività, tra cui forex, azioni, materie prime, indici, valute digitali e obbligazioni.

    I trader di azioni possono scegliere tra più di 1.600 CFD su azioni a grande capitalizzazione di aziende che operano nelle più grandi borse del mondo come NASDAQ, ASX e NYSE. Il trading su azioni è disponibile esclusivamente tramite la piattaforma MetaTrader 5.
    Su IC Markets, I trader italiani possono trarre profitto dai rialzi e ribassi dei prezzi delle aziende più innovative del mondo come Apple, Tesla, Alphabet, Nvidia, Microsoft e Amazon.

    Gli italiani che fanno trading sui CFD possono utilizzare una leva massima di 5:1. Tuttavia, i limiti di leva per i clienti professionisti sono significativamente più alti, raggiungendo una soglia di 500:1. Indipendentemente da dove vivono, i trader di azioni beneficeranno di un’esecuzione ordini ECN di livello mondiale con velocità di 40 millisecondi o meno.

Il team di recensione di BestBrokers

Tutte le recensioni che troverai su BestBrokers.com sono basate su informazioni affidabili e imparziali. Il nostro team di recensori è composto da scrittori, trader e ricercatori esperti che si impegnano al massimo per fornire informazioni complete e corrette riguardo ai broker su azioni online. I membri del nostro team vantano diversi decenni di esperienza collettiva nel campo di scrittura finanziaria e investimenti.

Oltre alla loro vasta esperienza, i nostri autori si affidano a un rigoroso processo di revisione che mira a garantire una valutazione ponderata e approfondita dei broker su azioni, considerando prodotti e servizi. I nostri specialisti rivisitano spesso i broker online consigliati per aggiornare le recensioni e le valutazioni, se necessario. Questo ci permette di fornire sempre informazioni aggiornate e accurate che possono aiutare i lettori a trovare broker su azioni affidabili che soddisfino le loro esigenze.

La metodologia di recensione di BestBrokers

Il nostro team di scrittori e ricercatori implementa una metodologia brevettata di valutazione dei broker che gli permette di valutare accuratamente l’offerta di prodotti e servizi di ogni broker su azioni. Questo rigoroso processo di recensione ci permette di distinguere i broker poco affidabili da quelli affidabili, offrendoti i migliori siti in cui puoi fare trading su azioni.

  1. Forniamo recensioni aggiornate dei broker su azioni

    Il personale di scrittura e ricerca di BestBrokers.com rivede e perfeziona costantemente la sua metodologia, fatto che consente di valutare al meglio qualsiasi servizio di brokeraggio su azioni. Modifichiamo spesso il nostro approccio in base alle nostre esperienze personali e a quelle dei nostri lettori e colleghi trader. BestBrokers.com aggiorna costantemente le recensioni più vecchie e ne aggiunge di nuove per ampliare il catalogo, offrendo una selezione più ricca di opzioni affidabili.

  2. Testiamo tutti i broker su azioni recensiti con account reali

    Non siamo qui solo per pubblicizzare i siti di trading e attirarti a iscriverti, raccogliendo i dividendi da tale iscrizione. Tutte le recensioni e le classifiche che i lettori vedono su BestBrokers.com sono basate su esperienze dirette. Creiamo account reali presso ogni broker su azioni che recensiamo e depositiamo denaro in modo da poter testare personalmente i prodotti.

    I membri del nostro team testano il servizio di assistenza in modo anonimo, fanno trading con ogni piattaforma su più dispositivi e richiedono prelievi con diversi metodi di pagamento. Tutto questo li aiuta a farsi un’idea chiara dell’esperienza complessiva che ogni sito di trading offre.

  3. Utilizziamo un sistema di classificazione multi-area

    Dopo aver ricercato e testato i broker su azioni, assegniamo i punteggi in base alle osservazioni. Il team valuta le prestazioni di ciascun broker utilizzando un sistema di classificazione multi-area, assegnando punteggi individuali basati su diversi fattori. I broker ricevono quindi una valutazione finale che riflette accuratamente la loro prestazione complessiva, da pessima con una stella a ottima con cinque stelle. Arrotondiamo i punteggi alla mezza stella più vicina.

Le principali aree di valutazione dei broker su azioni

Quando recensiamo un broker, cerchiamo di fornire un quadro completo su gamma di prodotti e qualità del servizio. Il nostro team raggiunge questo obiettivo implementando un sistema di valutazione in più fasi che copre diverse aree che influiscono sull’esperienza complessiva dei trader su azioni. Ecco i fattori a cui prestiamo maggiore attenzione:

Regolamentazione e sicurezza

Analizziamo attentamente il profilo legale e normativo di ogni broker su azioni verificando quale autorità lo regolamenta e quale livello di protezione degli investitori offre. Le migliori società di brokeraggio sono regolamentate da organismi di vigilanza finanziaria di alto livello come FCA, ASIC, CySEC e FINRA, tra gli altri. Al fine di valutare adeguatamente quest’area, consideriamo anche il passato dei broker e la loro longevità nel settore.

Procedura di registrazione dell’account

Come detto prima, apriamo degli account reali con i broker, in modo da verificare se la procedura di registrazione risulta essere semplice e priva di problemi. A volte le procedure di verifica e i relativi documenti da inviare non sono sufficientemente chiari e diretti, a svantaggio dei trader su azioni inesperti. La registrazione ci permette anche di dare un’occhiata ai tipi di account disponibili e ai requisiti di deposito minimo che ogni broker impone.

Commissioni, tariffe e altri costi correlati

Il team di BestBrokers.com raccoglie informazioni sui costi di trading sulle azioni con diversi broker direttamente dai loro siti web. Più basse sono le commissioni applicate da un broker su azioni, più alto sarà il suo punteggio. Inoltre, verifichiamo le commissioni per altre classi di asset come forex e materie prime. Al fine di determinare il costo effettivo, apriamo delle posizioni, le manteniamo per un certo periodo e poi le chiudiamo. Consideriamo anche i potenziali costi non legati al trading, tra cui le commissioni di deposito, prelievo e inattività.

Selezione di strumenti di investimento e azioni

Il nostro team valuta i broker anche in base alla gamma di prodotti e strumenti di investimento che offrono. Le piattaforme che ti permettono di operare con le azioni, ma anche con le obbligazioni, le coppie di valute, i fondi comuni di investimento, i futures, le criptovalute e le materie prime, ricevono il massimo dei voti in questa sottocategoria. Un’altra cosa che verifichiamo è se un broker ti permette di operare con azioni frazionate. In tal caso, gli diamo un punteggio più alto in quest’area.

Piattaforme e software per trading su azioni

Il tipo di software utilizzato da un broker può avere un impatto sia sulla tua esperienza di trading che sui tuoi profitti. Durante il processo di valutazione, consideriamo attentamente la velocità di esecuzione degli ordini, le caratteristiche delle piattaforme e i dispositivi con cui sono compatibili. Se una piattaforma offre strumenti dedicati all’analisi tecnica avanzata, ai grafici e allo screening, la premiamo con un punteggio più alto. Anche l’usabilità complessiva della piattaforma è importante per noi.

Opzioni di deposito e prelievo

I nostri recensori effettuano depositi e prelievi da e verso i loro account in tempo reale per verificare la fluidità dei pagamenti con ciascun broker. In questo modo hanno anche un’idea dei tempi di elaborazione e dei potenziali costi legati ai pagamenti. Un altro aspetto da valutare è la gamma di opzioni bancarie disponibili. Un broker azionario che supporta i pagamenti con carte e wallet elettronici gratuitamente ottiene inevitabilmente un punteggio più alto rispetto a uno che funziona solo con bonifici bancari (a cui solitamente sono correlati dei costi aggiuntivi).

Materiale formativo e strumenti di ricerca

Noi di BestBrokers.it apprezziamo molto i siti di trading con contenuti formativi ben strutturati e completi. Materiali come guide al trading su azioni, webinar gratuiti, video e podcast permettono ai trader principianti di porre le basi. I clienti più esperti possono utilizzarli per mettere a punto le loro strategie e migliorare le loro capacità. La disponibilità di strumenti di ricerca come ticker, dati relativi a sentimento e tendenze sul mercato è altrettanto importante.

Livello di supporto e assistenza clienti

Testiamo personalmente ogni canale di comunicazione disponibile per l’assistenza, tra cui la chat in tempo reale, le linee telefoniche e le email. Durante le conversazioni in chat, il team utilizza una serie di domande fisse che gli consentono di valutare adeguatamente il livello del servizio clienti. I broker che offrono un’assistenza professionale, altamente efficiente e disponibile 24 ore su 24 ottengono i punteggi più alti.

Aprire un account presso un broker su azioni reale

Non hai esperienza nel trading su azioni tramite internet? Non preoccuparti, ti guideremo attraverso la procedura di registrazione dell’account presso i broker su azioni consigliati da noi. Tutti i broker di alto livello consentono di registrarsi facilmente e velocemente, in modo da iniziare a fare trading su azioni in pochi semplici passi.

  1. Inserisci i tuoi dati personali corretti, tra cui il paese di residenza, il nome, il cognome, l’email, la data di nascita, l’indirizzo permanente e il numero di telefono.
  2. Apri l’email per trovare i dati che il broker ti ha inviato per poter accedere al tuo nuovo account. Potrai modificare la password in un secondo momento nelle impostazioni dell’account.
  3. Seleziona la piattaforma di trading che vuoi utilizzare per l’esecuzione delle operazioni. Molti broker consentono di scegliere tra piattaforme consolidate come MetaTrader4, MetaTrader5 e cTrader.
  4. Seleziona il tipo di account desiderato. I broker consigliati ti permettono di scegliere tra diversi tipi di account, come quelli senza swap, al dettaglio e professionali. Scegli attentamente perché questo determina anche l’investimento minimo che devi effettuare per iniziare a fare trading su azioni. Tieni presente che alcune società offrono anche account congiunti e aziendali.
  5. Fornisci informazioni sul tuo background finanziario e sulla tua esperienza nel trading su azioni. Molti broker che supportano il trading con leva finanziaria ti chiederanno di compilare dei brevi questionari per stabilire se sei in grado di tenere un account reale. Chiederanno informazioni su occupazione, reddito annuale, patrimonio netto stimato ed esperienza precedente.
  6. Seleziona una domanda e una risposta segreta di sicurezza. In alcuni casi, il broker utilizza la tua domanda di sicurezza per verificare la tua identità via email, telefono o chat in tempo reale.
  7. Conferma di aver letto i termini e le condizioni. A questo punto dovresti aver già preso confidenza con i termini e le condizioni. In caso contrario, torna indietro e leggili attentamente prima di procedere. Lo stesso vale per l’informativa sulla privacy e l’informativa sui rischi.
  8. Carica le copie dei documenti per verificare la tua identità. Solitamente, chiedono una prova di identità (tramite carta d’identità, patente o passaporto) e una prova di residenza (tramite estratti conto recenti o bollette). Se tutti i documenti sono integri, i broker di solito completano la verifica entro uno o due giorni lavorativi.
  9. Trasferisci un po’ di fondi sull’account reale in modo da poter iniziare a investire denaro reale in azioni. Hai a disposizione diverse opzioni di deposito: le più comuni sono le carte, i wallet virtuali, l’online banking, i bonifici bancari e gli assegni.

Tipi di account per trading presso i broker su azioni

I trader devono scegliere il tipo di account più adatto a obiettivi di investimento, stile, budget e livello di esperienza. Ti consigliamo di iniziare con un account demo se sei alle prime armi sui mercati.

Gli account demo ti permettono di ampliare la tua esperienza senza rischi, facendo trading su azioni con denaro virtuale. Se esaurisci il tuo saldo demo, solitamente hai la possibilità di ricaricarlo. I trader su azioni più esperti possono scegliere tra diversi tipi di account reali, tra cui:

Account di liquidità vs account a margine

Gli investitori che aprono account di liquidità fanno trading con i fondi disponibili nel loro saldo reale o utilizzano le loro posizioni lunghe per coprire i costi. Coloro che utilizzano account a margine prendono essenzialmente in prestito denaro dai broker, fatto che consente loro di operare con margine e di utilizzare la leva finanziaria.

Supponiamo che abbia un account a margine e decida di aprire una posizione corta sul titolo azionario AMZN perché sei convinto che il prezzo possa scendere in futuro. Il prezzo scende effettivamente e prendi una posizione lunga sullo stesso titolo azionario per coprire la tua posizione corta, traendo profitto dalla differenza di prezzo.

Account al dettaglio vs account professionali

Gli account al dettaglio rispondono alle esigenze dei trader al dettaglio, consentendo loro di accedere al mercato azionario e di investire in azioni con un capitale iniziale ridotto. I clienti al dettaglio sono generalmente meno esperti, motivo per cui i broker impongono dei limiti alla leva massima che possono utilizzare.

I trader esperti possono aprire account professionali se soddisfano i criteri dei broker. Devono avere un portafoglio consistente, un volume di trading significativo e uno o più anni di esperienza nel settore finanziario. Quando fanno trading a margine, questi investitori possono usufruire di tassi di leva più elevati, perché utilizzano una percentuale delle loro partecipazioni come garanzia.

Account autogestiti vs account gestiti

Molti dei broker su azioni selezionati ti permettono di scegliere tra account autogestiti e account gestiti. Nel primo caso, gestisci da solo tutte le attività di trading sull’account. Devi avere l’esperienza, il tempo e le conoscenze sufficienti per farlo.

Scegliendo gli account gestiti, hai un consulente d’investimento professionista che gestisce le operazioni. Questi account sono un’ottima opzione per le persone che non sono abbastanza sicure delle proprie capacità di trading.

Account individuali vs account congiunti

Gli account individuali sono legati al nome di un singolo proprietario. Al contrario, gli account congiunti sono condivisi da due o più persone, solitamente coniugi, parenti o soci d’affari con obiettivi comuni di investimento in azioni.

Account senza swap / islamici

Gli account islamici, o senza swap, sono disponibili presso i broker che non vogliono perdere i clienti di fede musulmana. La loro religione vieta di guadagnare o pagare riba, cioè interessi. Gli account islamici non prevedono interessi di rollover per i contratti di trading che durano più di 24 ore. In molti casi, inoltre, offrono ai trader la possibilità di utilizzare una leva finanziaria senza interessi. L’approvazione di un account senza swap è a discrezione del broker.

Account IRA

IRA è l’abbreviazione del termine “individual retirement account”. In sostanza, si tratta di account di risparmio con vari benefici fiscali. Permettono di investire in un’ampia gamma di strumenti finanziari, tra cui azioni, fondi comuni di investimento e obbligazioni.

Tipi di azioni per trading

Prima di iniziare a fare trading di azioni presso uno dei nostri broker consigliati, dovresti familiarizzare con i diversi tipi di azioni esistenti. Possiamo distinguere tra due tipi principali: azioni ordinarie e azioni privilegiate.

Azioni ordinarie

La maggior parte delle azioni emesse sul mercato appartiene a questa categoria. Danno diritto alla proprietà di un’azienda e consentono di ricevere i dividendi di una parte dei profitti. I proprietari di azioni ordinarie hanno spesso gli stessi diritti di voto, cioè ogni azione posseduta dà loro un voto.

Le azioni ordinarie si dividono in classe A e classe B. I proprietari di azioni di classe A hanno diritto a dieci voti per ogni azione posseduta, mentre chi possiede azioni di classe B ha diritto a un solo voto per azione. Il motivo principale dell’esistenza di questa doppia struttura è che consente ai fondatori delle società di mantenere il controllo sui loro asset.

Azioni privilegiate

A differenza delle azioni ordinarie, le azioni privilegiate danno diritto alla proprietà parziale di una società e normalmente non conferiscono ai proprietari alcun diritto di voto. I dividendi che i proprietari di azioni ordinarie possono richiedere sono variabili, mentre quelli delle azioni privilegiate sono fissi.

Un’altra differenza è che se una società viene liquidata, i proprietari di azioni privilegiate verranno pagati prima dei proprietari di azioni ordinarie. Inoltre, la società ha il diritto di acquistare le azioni dagli azionisti quando lo decide e per qualsiasi motivo lo ritenga opportuno.

Esecuzione degli ordini dei broker su azioni

Se decidi di fare trading su azioni con un broker online, è fondamentale distinguere tra i diversi tipi di ordini, oltre a capire quando è preferibile utilizzarli. Questa sezione mostra i principali tipi di ordini e spiega in quali circostanze è opportuno utilizzarli.

  1. L’ordine a mercato è il più semplice e diffuso tra i trader su azioni. Indica al broker online di eseguire subito un’operazione al prezzo attualmente disponibile. Gli ordini a mercato garantiscono un’esecuzione immediata piuttosto che l’acquisto o la vendita a un prezzo specifico. Spesso si verificano discrepanze tra il prezzo a cui hai inviato l’ordine e quello al momento dell’esecuzione.
  2. L’ordine limite è un’istruzione per il broker di eseguire un’operazione a un prezzo predefinito. Il broker potrebbe non eseguire l’ordine se il limite scelto dal trader è troppo basso o troppo alto. Esistono diversi tipi di ordini limite, tra cui sell limit, buy limit, buy stop e sell stop.
  3. L’ordine stop loss rimane inattivo fino a quando il prezzo non supera una specifica soglia predeterminata, a quel punto viene trasformato in un normale ordine a mercato. Immagina di inviare al tuo broker un ordine di stop-loss sell per le azioni KO a 22 $ ciascuna. L’ordine rimarrà inattivo fino a quando il prezzo non raggiungerà o scenderà al di sotto di 22 $. Gli investitori azionari esperti utilizzano questo tipo di ordine per consolidare i guadagni derivanti da posizioni redditizie.
  4. L’ordine all-or-none è utile per i piccoli investitori che acquistano penny stock. Garantisce l’acquisto dell’intera quantità di azioni richiesta al prezzo preferito oppure nulla. Supponiamo di inviare un ordine per l’acquisto di 3.000 azioni di GSAT a 1,08 $, ma al momento sono disponibili solo 2.000. Il broker eseguirà parzialmente l’ordine per 2.000 azioni al prezzo richiesto, a meno che tu non inserisca una restrizione AON, nel qual caso l’ordine non verrà eseguito fino a quando non sarà disponibile l’intera quantità di 3.000 azioni.
  5. L’ordine fill-or-kill è una combinazione tra un ordine all-or-nothing e un ordine immediate-or-cancel. Indica al broker di eseguire subito l’intero ordine o annullarlo del tutto. Grazie a questo tipo di ordine, il broker non esegue mai le tue transazioni parzialmente.
  6. L’ordine immediate-or-cancel impone al broker di completare una parte dell’ordine entro un periodo di tempo molto breve, solitamente pochi secondi. La parte restante dell’ordine viene annullata. Se entro questo breve intervallo di tempo non sono disponibili azioni sul mercato o al limite da te scelto, il broker cancellerà completamente l’ordine.
  7. L’ordine good-til-canceled rimane attivo fino a quando non viene eseguito completamente o il trader decide di annullarlo. Tieni presente che gli ordini GTC non rimangono attivi per un periodo di tempo indefinito, nonostante il loro nome possa far pensare ciò. La maggior parte dei broker limita il tempo massimo in cui i trader possono mantenerli attivi a 90 giorni per evitare l’esecuzione improvvisa di ordini dimenticati.

Piattaforme per trading su azioni

Scegliere una piattaforma solida è fondamentale sia per la tua esperienza complessiva che per le tue prestazioni come trader su azioni. Alcuni siti di trading online creano le loro piattaforme internamente, mentre altri preferiscono attenersi a un software collaudato sviluppato da terzi, come MetaQuotes, con sede a Cipro.

I broker su azioni in cima alla nostra lista si basano su piattaforme avanzate che vantano un’esecuzione veloce, funzioni sofisticate e un’ampia gamma di strumenti analitici e di ricerca. È possibile anche fare trading su azioni in movimento, dato che i broker consigliati offrono applicazioni robuste e compatibili con i sistemi operativi più diffusi, come iOS e Android. Scopri le piattaforme software più diffuse che facilitano il trading su azioni.

  1. MetaTrader4, o MT4 in breve, è un servizio offerto dalla già citata MetaQuotes. Solitamente, la piattaforma è associata al trading di coppie di valute, ma supporta anche una serie di altri strumenti, tra cui azioni, indici, materie prime dure e morbide e valute decentralizzate. MT4 include oltre cinquanta indicatori tecnici, multi-charting, nove timeframe e trading con un solo click, insieme ad altre funzionalità utili.
  2. MetaTrader5, abbreviato in MT5, è stato rilasciato nel 2010, circa cinque anni dopo il suo successore. Supporta il trading di azioni con contratti per differenza. È più veloce di MT4 e più ricco di funzioni: offre oltre venti timeframe, hedging, depth of market (DoM) e calendario economico. MT5 utilizza un altro linguaggio di programmazione per l’auto trading (MQL5), fatto che significa che gli utenti di MetaTrader4 abituati a MQL4 dovranno imparare un codice completamente nuovo.
  3. ProRealTime è ideale per i trader appassionati di analisi tecnica. Il software è offerto dall’azienda francese IT-Finance e dispone solo di una versione basata su browser. La piattaforma supporta diversi tipi di strumenti, tra cui coppie forex, azioni, opzioni, indici, futures e materie prime. L’unico inconveniente è che ProRealTime non è disponibile per i trader su alcuni mercati come l’Australia e gli USA.
  4. cTrader è la terza piattaforma di trading più popolare, subito dopo MT4 e MT5. L’azienda Spotware Systems, con sede a Cipro, l’ha introdotta nel 2010 con un focus sul trading di CFD sul forex. Nonostante ciò, cTrader è una piattaforma multi-asset che ti permette di acquistare CFD su materie prime, azioni, ETF e indici. È dotata di molte funzioni utili, tra cui il monitoraggio DoM, il trading automatizzato, il trading su grafici e la funzionalità QuickTrade. Il lato negativo è che cTrader è disponibile per l’installazione solo su dispositivi desktop con Windows 7.0 o superiore. I trader che utilizzano altri sistemi operativi possono adoperare la versione basata sul browser, cTrader Web.
  5. Sviluppata da TD Ameritrade nel 2009, Thinkorswim è orientata alle esigenze degli investitori autogestiti degli Stati Uniti, che cercano di fare trading con opzioni, azioni e futures. La piattaforma supporta il social trading e fornisce strumenti personalizzabili che mirano a migliorare l’alfabetizzazione finanziaria degli utenti. Compatibile con dispositivi mobili e desktop, Thinkorswim è una delle poche piattaforme di trading che puoi installare sul tuo Mac (richiede macOS 10.11 o superiore).

Costi associati al trading su azioni

Gli investitori devono essere consapevoli dei costi associati al trading su azioni perché questo li aiuterà a massimizzare i loro rendimenti e a minimizzare le spese. Abbiamo esaminato e fatto trading con diversi broker nel corso degli anni. Questo ci ha aiutato a identificare le spese più comuni che possono incidere sui costi medi degli investimenti azionari. Scopri qui.

  1. Gli spread sono commissioni nascoste inserite nelle tue operazioni. Rappresentano il piccolo divario tra i prezzi di acquisto e di vendita durante il trading di titoli o asset. Nel trading di opzioni su azioni, il termine spread indica la differenza tra i valori sul mercato e i prezzi di esercizio.
  2. A volte vengono addebitate delle commissioni per l’esecuzione di operazioni su azioni. Le spese esatte variano da un broker all’altro. Spesso sono forfettarie, fatto che significa che le commissioni rimangono invariate indipendentemente dal numero di azioni acquistate. È anche possibile che venga addebitata una commissione per azione, in cui paghi per ogni azione scambiata. Questa struttura di commissioni è tipica di molti broker per trading giornaliero.
  3. Le tariffe di rollover si applicano quando un trader mantiene una posizione con leva aperta durante la notte. Il loro scopo è quello di coprire le spese associate al mantenimento della posizione aperta e variano in base alla sua direzione (vendita o acquisto).
  4. Le tariffe di gestione derivano dall’assunzione di un professionista per la gestione del portafoglio di asset in base ai tuoi obiettivi di investimento individuali.
  5. Le tariffe di inattività si applicano quando gli investitori non registrano alcuna attività di trading sui loro account in un determinato periodo. I broker detraggono delle commissioni mensili nominali per la manutenzione dell’account, in modo da compensare l’assenza di commissioni.
  6. In alcuni broker azionari possono essere applicate delle tariffe di pagamento, anche se la maggior parte di essi copre le potenziali spese associate al deposito. In alcuni broker possono essere applicate commissioni nominali per il prelievo con metodi specifici, ma raramente superano i 5 $ per richiesta.

Regolamentazione dei broker su azioni

L’abbiamo già detto, ma vale la pena ripeterlo. Devi sempre rivolgerti a broker su azioni regolamentati che aderiscono ai più alti standard di sicurezza del settore finanziario. I broker regolamentati applicano diverse misure per proteggere i fondi dei loro clienti e non li utilizzano mai per le loro spese operative e commerciali. Puoi leggere di più su questo argomento nella prossima sezione. Vediamo le autorità di vigilanza finanziaria che controllano i broker su azioni consigliati da noi.

  1. L’ASIC (Australian Securities and Investments Commission) supervisiona i mercati finanziari australiani fin dai primi anni ’90. Inoltre, supervisiona le operazioni dell’ASX, l’Australian Securities Exchange (detto anche Sydney Stock Exchange).
  2. La FCA (Financial Conduct Authority) disciplina più di 51.000 società di servizi finanziari nel Regno Unito. Si occupa anche della supervisione delle operazioni sul London Stock Exchange, il cui valore delle azioni ha superato i 3,8 trilioni nell’ottobre 2021.
  3. La CySEC (Cyprus Securities and Exchange Commission) disciplina il settore finanziario di Cipro, incluso Cyprus Stock Exchange. L’ente di vigilanza è conforme al quadro normativo dell’Unione Europea e alle linee guida delineate nella Markets in Financial Instruments Directive (MiFID). I broker con licenza cipriota possono fornire servizi ai clienti provenienti da altri stati membri dello SEE, ma devono limitare la leva massima disponibile per il trading di azioni al dettaglio a 5:1 secondo la MiFID.
  4. La SEC (Securities and Exchange Commission) è un’agenzia di regolamentazione che supervisiona i mercati dei titoli negli Stati Uniti. Al momento in cui scriviamo, la SEC regolamenta l’attività di otto stock exchange statunitensi, tra cui i più grandi in termini di capitalizzazione sul mercato al mondo: Nasdaq e New York Stock Exchange.
  5. La FINMA (Swiss Financial Market Supervisory Authority) è un’agenzia governativa responsabile della supervisione degli istituti bancari, dei broker, dei stock exchange e delle compagnie assicurative svizzere. La Svizzera non fa parte dell’Unione Europea, ma ha comunque forti legami con il mercato unico SEE. Conseguentemente, i broker azionari regolamentati dalla FINMA hanno la possibilità di fornire i loro servizi a clienti con sede negli stati membri dell’UE.
  6. La BaFin (Federal Financial Services Supervisory Authority) è un organismo indipendente incaricato della supervisione del settore finanziario in Germania. Il paese ospita diversi stock exchange importanti, tra cui Börse München, Berlin Stock Exchange, Frankfurt Stock Exchange e German Stock Exchange, il cui valore di mercato ammontava a 2,25 trilioni di dollari nell’ottobre 2021. Inoltre, i singoli exchange sono soggetti alla regolamentazione delle corrispondenti autorità di vigilanza degli stati federali.

Misure di protezione e sicurezza dei fondi

Fare trading su azioni con broker autorizzati comporta l’ulteriore vantaggio di avere la massima tranquillità per quanto riguarda la sicurezza. Potrai contare su una rete di sicurezza nel caso in cui i broker dovessero fallire per un motivo o per l’altro. Ecco alcune delle misure messe in atto dai broker su azioni consigliati.

  1. Le crittografie SSL impenetrabili mascherano le informazioni sensibili che condividi quando effettui transazioni con il broker online. Funzionano come scudo, impedendo ad hacker e altri malintenzionati di accedere ai tuoi dati personali e finanziari.
  2. I requisiti di capitale netto minimo rendono obbligatorio per i broker regolamentati mantenere una certa quantità di capitale operativo in forma liquida. I minimi esatti sono specifici per ogni giurisdizione e mirano a ridurre al minimo la probabilità di un potenziale collasso del broker.
  3. La maggior parte delle regole di protezione dei clienti richiede ai broker regolamentati di tenere gli asset dei loro clienti separati dal loro capitale operativo. Questa pratica impedisce ai broker di utilizzare in modo improprio il denaro dei clienti per le spese aziendali. Inoltre, garantisce ai trader di riavere i loro contanti e i loro titoli in caso di fallimento del broker.
  4. La protezione del saldo negativo è disponibile per gli investitori che fanno leva sulle loro posizioni azionarie e operano con capitali presi in prestito dai loro broker. Si tratta di una misura precauzionale che impedisce di perdere più del proprio saldo.
  5. Le restrizioni sulla leva massima si applicano ai clienti al dettaglio che operano con i CFD presso i broker regolamentati. La leva massima che tali clienti possono utilizzare varia a seconda delle giurisdizioni, ma conta anche la volatilità sottostante degli strumenti con cui si fa trading. I broker regolamentati nell’UE non possono fornire una leva superiore a 5:1 per le singole azioni.

Domande frequenti

  • Qual è la differenza tra il trading su azioni e il trading su indici??

    Le azioni e gli indici sembrano simili, ma non lo sono. Quando si fa trading su azioni, i trader hanno diritto a una o più quote di proprietà di una determinata società. Una volta acquistate, le azioni o una quota di esse sono di tua proprietà e puoi venderle ad altri.

    Gli indici misurano l’andamento dei prezzi di un gruppo di azioni. Ad esempio, lo S&P 500 tiene conto dell’andamento di 500 tra le maggiori società quotate negli Stati Uniti. Incorporare gli indici nel proprio portafoglio è un buon modo per diversificarlo e usufruire di livelli di volatilità più bassi.

  • Quanto spesso aggiornate le recensioni dei broker su azioni?

    Il nostro team si impegna a fornire ai lettori di BestBrokers.com informazioni accurate e aggiornate. Miglioriamo continuamente le nostre recensioni e le aggiorniamo nel corso dell’anno, se necessario. I recensori monitorano regolarmente i broker azionari in evidenza per verificare eventuali cambiamenti nei prezzi, nei costi di trading e nell’offerta di prodotti.

  • È sicuro aprire un account reale con un broker su azioni online?

    Il livello di sicurezza dipende dalla scelta di un broker su azioni regolamentato o meno. Ti consigliamo di scegliere solo broker regolamentati che abbiano ottenuto l’autorizzazione da parte dei principali organismi di vigilanza finanziaria come FCA, CySEC o ASIC.

    Al fine di risparmiarti la fatica di fare ricerche da solo, abbiamo incluso solo broker su azioni con regolare licenza che ti consentono di operare in un ambiente sicuro. Le società che ti consigliamo implementano diverse misure di sicurezza standard del settore, tra cui la segregazione dei fondi.

  • Perché i trader scelgono di investire in azioni?

    Esistono diversi motivi per cui le persone decidono di investire in azioni, a cominciare dalla rivalutazione del capitale. I trader più esperti acquistano le azioni a un determinato prezzo per poi rivenderle in un secondo momento quando aumentano di valore. Altri lo fanno per generare un reddito aggiuntivo attraverso i dividendi. Investire sul mercato azionario è anche un approccio valido quando si tratta di diversificare il portafoglio.

  • Quanto capitale mi serve per iniziare a investire con un broker su azioni?

    Nel caso in cui non abbia esperienza con le azioni, ti consigliamo di cercare broker che facilitino il trading di azioni frazionate. In questo modo potrai acquistare solo porzioni delle azioni che ti interessano piuttosto che l’intero titolo. Le azioni frazionate sono un’ottima alternativa per i trader con un capitale limitato a disposizione. Puoi diversificare il tuo portafoglio acquistando azioni in base a un importo in dollari prestabilito invece di pagare il prezzo totale per le azioni intere.